• ❤ Sarah ❤

  • “Dite: E’ faticoso frequentare i bambini. Avete ragione. Poi aggiungete: perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli. Ora avete torto. Non è questo che più stanca. E’ piuttosto il fatto di essere obbligati a innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti. Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi. Per non ferirli”. Janusz Korczack
  • Articoli Recenti

  • Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione delle autrici e comunque non sistematicamente. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Molte immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi che si provvederà alla loro pronta rimozione. Grazie
  • Tag

  • Categorie

  • Post più letti

  • Commenti recenti

    Sara con l'acca su Mobile bar in vendita
    Carlo su Mobile bar in vendita
    matteo su Mobile bar in vendita
  • «Limitarsi a vivere non è abbastanza. C’è bisogno anche del sole, della libertà e di un piccolo fiore.» (Hans Christian Andersen)
  • L'uomo ha bisogno delle favole. Il fascino dei racconti fantastici che lo seduce in millenni, ha il potere di riportarlo alla normalità.... camminando a braccetto con Cenerentola e la Bella addormentata nel bosco, può ritrovare l'identità' perduta e capire meglio la realtà della vita" R. Battaglia
  • Senza la fantasia, senza la capacità di sognare, senza la poesia, siamo solo degli uomini. Con la fantasia e la poesia possiamo invece volare o perlomeno sollevarci da terra quel tanto che basta per sentirci qualcosa di più.

  • Noi non vediamo il mondo come è, vediamo il mondo come noi siamo. Talmud ebraico
  • Ognuno ha il mondo che si merita. Io forse ho capito che il mio è questo qua. Ha di strano che è normale. A. Baricco
  • I bambini hanno bisogno di raccontare favole quando qualcosa risulta troppo difficile da accettare. Francoise Dolto

  • Annunci

Val di Sole

Cari amici del blog, come senz’altro saprete, La mia Tata questi giorni di festa li ha trascorsi tra la sua amata terra, la Sicilia, e una terra “d’adozione”, il Trentino. Più precisamente tra Palermo e la Val di Sole. Ecco allora qualche notizia in merito alla bella e rigogliosa vallata, ricca di prati, di neve e di polenta! L’articolo successivo “strudel trentino” è invece una ricetta del dolce tipico della zona.

Buona lettura, La mia Tata

La Val di Sole è una valle del Trentino, situata nella parte nord-occidentale della provincia, lungo l’alto corso del fiume Noce. Il nome non ha alcuna relazione con il sole come astro né con eventuali antichi culti solari. L’etimologia del toponimo sol va fatta probabilmente risalire alla divinità celtica delle acque Sulis che i romani identificavano on Minerva. Ciò sarebbe corroborato dall’esistenza ancora oggi in valle, a Pejo e a Rabbi, di fonti di acque termali. La valle è attorniata da diversi gruppi montuosi: l’Ortles-Cevedale a nord, il gruppo del Brenta a sud e l’Adamello-Presanella ad ovest. Sul corso del Noce si innestano diversi torrenti e corsi d’acqua minori che scorrono lungo le valli laterali, le più importanti delle quali sono la Val di Rabbi e la Val di Pejo. Il comprensorio solandro si sviluppa su una superficie di circa 610 km² e conta una popolazione residente di circa 15 mila persone. L’economia dell’alta valle si basa soprattutto sul turismo, sia estivo che invernale, in particolare nei centri di Pejo, Passo del Tonale, Folgarida e Marilleva. Altre risorse importanti sono la zootecnia e lo sfruttamento forestale. Nei comuni più bassi, che godono di un clima un po’ meno rigido, è possibile la coltivazione degli alberi da frutto, come nella vicina Val di Non, conosciuta ai più per le mele. La Val di Sole, composta da 14 comuni ha come capoluogo Malè.

Annunci

Trentino a Palermo

Si svolgerà oggi -dalle 17 alle 23-, nella prestigiosa cornice dell’Hotel Villa Igiea Hilton, il “Trentino Wine”, la presentazione delle eccellenze dei vini e delle grappe trentine. E’ un’ occasione per far conoscere agli esperti, agli appassionati e ai semplici curiosi, una selezione di 51 vini e 10 grappe trentine d’eccellenza, nel corso di degustazioni e wine tasting che avranno luogo nella Sala Belle Epoque dell’albergo e a cui prenderanno parte i produttori di 30 cantine e 10 distillerie della zona. Accanto ai vini e alle grappe, anche una selezione dei migliori prodotti gastronomici del Trentino: la Spressa delle Giudicarie d.o.p., il Puzzone di Moena, la Vezzena di Folgaria e il Lavarone, Casolet della Val di Sole, Trentingrana, carne salada, olio extravergine d’oliva del Garda Trentino, Lucanica trentina, Golden Delicious d.o.p. mela Val di Non, Red Delicious d.o.p. mela Val di Non e Renetta Canada d.o.p. mela Val di Non Contestualmente, nella vicina Sala Basile, troveranno spazio gli approfondimenti monotematici di tre diversi seminari con degustazioni.

“Come mai questo articolo?” direte voi… Bè ecco, un pezzo de La mia Tata oggi sarà in viaggio proprio per il Trentino! …Chiamatele coincidenze!!