Voglia di un acquazzone estivo

  

 

è danzare sotto la pioggia…

LA VITA NON SIGNIFICA…ASPETTARE CHE I TEMPORALI PASSINO… MA IMPARARE COME DANZARE SOTTO LA PIOGGIA”

 

Dopo la pioggia di G. Rodari

Dopo la pioggia viene il sereno,
brilla in cielo l’arcobaleno:

è come un ponte imbandierato
e il sole vi passa, festeggiato.

È bello guardare a naso in su
le sue bandiere rosse e blu.

Però lo si vede – questo è il male –
soltanto dopo il temporale.

Non sarebbe più conveniente
il temporale non farlo per niente?

Un arcobaleno senza tempesta,
questa si che sarebbe una festa.

Sarebbe una festa per tutta la terra
fare la pace prima della guerra.

ma che freddo fa?

Giù le temperature con neve in pianura ma anche venti forti e piogge: questo lo spettacolo che si presenta ai nostri occhi quando al mattino apriamo le finestre. Sulla Sicilia sono previste precipitazioni sparse, anche a carattere temporalesco; la nostra capitale è insolitamente vestita di bianco. Avete visto la neve sui monti attorno Palermo?

Guizza il lampo, scoppia il tuono… che terribile acquazzone! per fortuna in mezzo al prato apre un fungo l’ombrellone. Formichette, coccinelle, stan là sotto riparate… ma di piovere non smette, quante ore son passate? E’ passato molto tempo e di già la notte scende per tornare a casa propria quale strada ora si prende? Formichette e coccinelle stanno incerte poverelle! Delle lucciole il lumino mostrerà qual’è il cammino!