• ❤ Sarah ❤

  • “Dite: E’ faticoso frequentare i bambini. Avete ragione. Poi aggiungete: perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli. Ora avete torto. Non è questo che più stanca. E’ piuttosto il fatto di essere obbligati a innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti. Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi. Per non ferirli”. Janusz Korczack
  • Articoli Recenti

  • Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione delle autrici e comunque non sistematicamente. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Molte immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi che si provvederà alla loro pronta rimozione. Grazie
  • Tag

  • Categorie

  • Post più letti

  • Commenti recenti

    matteo su Mobile bar in vendita
    mauri53 su Andando in giro per stori…
    Franco su Mobile bar in vendita
  • «Limitarsi a vivere non è abbastanza. C’è bisogno anche del sole, della libertà e di un piccolo fiore.» (Hans Christian Andersen)
  • L'uomo ha bisogno delle favole. Il fascino dei racconti fantastici che lo seduce in millenni, ha il potere di riportarlo alla normalità.... camminando a braccetto con Cenerentola e la Bella addormentata nel bosco, può ritrovare l'identità' perduta e capire meglio la realtà della vita" R. Battaglia
  • Senza la fantasia, senza la capacità di sognare, senza la poesia, siamo solo degli uomini. Con la fantasia e la poesia possiamo invece volare o perlomeno sollevarci da terra quel tanto che basta per sentirci qualcosa di più.

  • Noi non vediamo il mondo come è, vediamo il mondo come noi siamo. Talmud ebraico
  • Ognuno ha il mondo che si merita. Io forse ho capito che il mio è questo qua. Ha di strano che è normale. A. Baricco
  • I bambini hanno bisogno di raccontare favole quando qualcosa risulta troppo difficile da accettare. Francoise Dolto

crolla palazzina a Palermo

PALERMO – Un edificio di due piani e’ crollato a Palermo, in via Giuseppe Costa, nella borgata marinara dell’Arenella, in seguito all’esplosione di una bombola di gas. Secondo le prime informazioni vi sarebbero due i feriti. Sul posto sono in azione le squadre specializzate che stanno cercando di rintracciare, con l’ausilio di unita’ cinofile, eventuali persone rimaste sotto le macerie.

Annunci

Fabrizio De Andrè a Palermo

Undici gli anni dalla morte di Fabrizio De Andrè. Tredici dal suo ultimo concerto a Palermo, sul palco del teatro Al Massimo. Oggi, una mostra ne racconta le passioni, il percorso, la carriera del grande cantautore genovese. “Fabrizio De Andrè. La mostra” fino a domenica 10 ottobre, è allestita presso l’ex Deposito delle Locomotive di via Messina Marine. “Fabrizio De Andrè. La mostra”, curata da Vittorio Bo, Guido Harari, Vincenzo Mollica e Pepi Morgia e ideata da “Studio Azzurro”, il prestigioso gruppo internazionale di videoarte, è promossa dalla Fondazione De Andrè onlus e da Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura; è organizzata a Palermo da Andrea Peria Giaconia per Terzo Millennio – Progetti Artistici ed apre gli appuntamenti de “Il Circuito del Mito 2010”, promosso dall’onorevole Nino Strano, assessore al Turismo e Spettacolo della Regione Siciliana.

La mostra è accessibile dal martedì alla domenica, dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 23. Costo del biglietto intero 8 euro; ridotto 6 euro.

Sul mare luccica…

Buonasera a tutti, finalmente si respira! Oggi il termometro è stato veramente bollente e le spiagge, ahimè, terribilmente affollate. Per fortuna sono riuscita a scovare un posticino semitranquillo arrampicandomi da abile granchietto su alcuni scogli sconosciuti e soprattutto poco apprezzati ai più. Ho fatto il bagno, ho preso il sole, immancabili parole crociate, acqua, un po’ di musica e …orecchie tese per sentire i discorsi dei vicini bagnanti! …c’è chi parla ancora dello scarso rendimento dell’Italia ai mondiali, chi cercava un buon carnezziere in zona (per chi non abita al sud Italia carnezziere, nome facilmente intuibile, indica il macellaio) chi parlava di politica e chi dei saldi iniziati a Palermo solatanto ieri, a proposito, voi avete acquistato già qualcosa? Io due librerie, un tavolo, un paralume, un porta-tende da doccia, uno scopino oltre a mocio, scopa, paletta e detersivi vari… secondo voi a che serviranno?!

la Pantera di Palermo

Macchie nere che si muovono veloci tra spazi urbani e vegetazione. Ruggiti che alcuni giurano di sentire improvvisamente. Continuano le segnalazioni circa la presenza di una pantera, avvistata per la prima volta martedi’ 22giugno a Palermo, nel quartiere Borgo Nuovo. Gli uomini del Corpo Forestale proseguono nella loro caccia lungo una vasta area, tra via Bronte, la Falconara, Piano dell’Occhio e Poggio Ridente. Le chiamate giunte al centralino della Forestale sono finora poco oltre una dozzina. Il telefono ha squillato anche oggi. L’animale continuerebbe muoversi lungo la stessa linea della ‘periferia verde’ della citta’. Tra via Misilmeri e via Castellana uno degli ultimi avvistamenti. Alcuni esperti stanno esaminando eventuali tracce. Suggestione o verita’? I circhi giurano che loro non c’entrano. E c’e’ qualcuno che e’ pronto a giurare che il felino appartenga a un appassionato di animali esotici che vive in zona. La caccia continua.

domenica? Panoramus!

Le domeniche del mese diventeranno più suggestive con i nuovi itinerari proposti dal progetto “Panoramus”: a partire da domenica 6 giugno e per tutte le domeniche del mese, sarà possibile visitare le terrazze più affascinanti di Palermo, e scoprire nuove sfaccettature della città. Il percorso si concentrerà sui tetti più belli del centro storico e su punti poco conosciuti della città, e si concluderà con due alternative: una cena presso il ristorante Wakame a Palazzo Prestipino all’Albergheria, oppure uno schiticchio al tramonto nella terrazza di San Nicolò all’Albergheria, il tutto accompagnato da degustazione di vino della cantina Funaro di Santa Ninfa. Saranno perciò disponibili due programmi: il primo partirà alle 16.30 con l’appuntamento a piazza Bologni; si proseguirà alle 17 con la visita alla Chiesa del Gesù di Casa Professa (piazza Casa Professa 21), e alle 18 con la visita al Museo della Specola presso l’Osservatorio Astronomico di Palazzo Reale (piazza Indipendenza 1). Alle 19.30 sarà il turno della Torre di San Nicolò all’Albergheria, e alle 20.30 cena presso il ristorante Wakame a Palazzo Prestipino all’Albergheria. Il secondo programma vede una variazione di orari: si partirà alle 17.15 con l’appuntamento a piazza Bologni e si proseguirà con la visita, alle 17.30, della Chiesa del Gesù di Casa Professa. Alle 18.30 verranno visitati il Museo della Specola presso l’Osservatorio Astronomico di Palazzo Reale e, alle 20, la Torre di San Nicolò all’Albergheria. Alle 20.30 termineranno le visite con lo schiticchio siciliano al tramonto con la vista dalla Torre. Entrambi i programmi si concluderanno con la partecipazione al concerto jazz organizzato dal locale Wakame presso palazzo Prestipino in via dell’Albergheria. Il costo del primo programma è di 35 euro (cena inclusa), i bambini da 0 a 5 anni  non pagano e i ragazzi da 6 a 12 anni pagano 20 euro. Il costo del secondo programma è di 28 euro (cena inclusa), i bambini da 0 a 5 anni  non pagano e i ragazzi da 6 a 12 anni pagano 15 euro. L’itinerario è realizzato dall’Assessorato al Turismo del Comune di Palermo ed è adottato dal marchio Sicily Wine Tourism, che ha già curato gli itinerari di “Palermo In…visibile” con l’intenzione di proporre un turismo alternativo. Per saperne di più su itinerari e prevendite dei biglietti contattare il call center dell’Assessorato al turismo al numero 091.6117887 oppure i numeri 388.3651018 e 393.6655232

Palermo alla riscossa!

Tornare bambini per giocare da grandi? Partecipando alla manifestazione “Alla riscossa” si può. L’iniziativa, promossa dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) e Telecom, con la regia di esterni e il patrocinio dei comuni coinvolti, oltre al supporto organizzativo locale dell’associazione CLAC, è una competizione a squadre con prove e giochi sull’ambiente mirati alla scoperta della propria città. Per partecipare occorre iscrivere, entro le ore 12 di sabato 12 giugno, il proprio gruppo di partecipanti sul sitowww.allariscossa.it. Le iscrizioni permetteranno alle squadre, che possono essere formate da un minimo di due a un massimo di cinque persone, di registarsi. Dopo l’iscrizione online si dovrà attendere giovedì 10 giugno, quando nelle tre città coinvolte (Milano, Perugia e Palermo) verranno allestiti gli infopoint, dove si potranno ritirare i kit di partecipazione e verranno date le indicazioni esatte per dare il via al gioco vero e proprio, che si svolgerà durante le due giornate di sabato 12 e domenica 13 giugno. Ma in cosa consiste “Alla riscossa”? Si tratta di un gioco che con degli itinerari metropolitani punta a far conoscere meglio la città. Attraverso una piattaforma tecnologica messa a disposizione da Telecom, in un giorno e una notte si affronteranno diverse prove fisiche, culturali e artistiche. Il gioco, che durerà 17 ore, prevede performance canore, prove fotografiche, estemporanee di arte e tanto altro ancora. Si darà il via sabato 12 giugno, dalle ore 19 alle 24, con la festa di apertura nelle piazze da dove partiranno i giochi, e domenica 13 giugno dalla mezzanotte alle ore 17, con lo svolgimento libero delle prove. Nella stessa giornata di domenica, alle ore 19, i giochi si chiuderanno con la festa conclusiva e la cerimonia di premiazione delle tre squadre vincitrici per città. Per chi riuscirà a superare tutte le prove in palio un montepremi costituito da diversi omaggi nei cinema e nei teatri, ma anche libri, divd, viaggi aerei e soggiorni all’estero, corsi di cucina, le attrezzature da campeggio e molto altro. “Alla riscossa”, dopo il grande successo della prima edizione svoltasi lo scorso anno a Milano, per questa seconda edizione, ha deciso di portare l’iniziativa in altre due città e far svolgere le gare in contemporanea. Nell’edizione 2009 a Milano hanno partecipato oltre 210 squadre che con corse ai sacchi per strada, tragitti in canoa sui navigli, e canti di gruppo nelle ore mattutine si sono sfidati più di mille partecipanti. Per ulteriori informazioni e quote di iscrizione, vi invitiamo a consultare il sito ufficiale dell’iniziativa. Fino al 23 maggio la quota di iscrizione all’iniziativa sarà ridotta al costo di 10 euro. Dal 24 maggio al 13 giugno, invece, la quota per squadra sarà di 15 euro.

Teatro Massimo: cercasi bimbi

Il balletto di Luciano Cannito con Rossella Brescia previsto al Teatro Massimo (piazza Giuseppe Verdi, Palermo) da sabato 12 a mercoledì 16 giugno ha ancora dei piccoli ruoli da definire: giovedì 3 giugno al Teatro Massimo avrà luogo un casting per la scelta di 8 bambini/e (nati/e tra l’1 gennaio 2000 e il 30 maggio 2004) che parteciperanno come comparse a “Franca Florio”, il balletto tanto atteso, inserito nella Stagione 2010 del teatro palermitano. La domanda di iscrizione alla selezione, firmata da entrambi i genitori o da chi esercita la patria potestà, dovrà pervenire (per posta, per fax o consegnata a mano) entro le ore 12 di venerdì 28 maggio. La domanda va presentata, completa di tutti i dati richiesti nel facsimile di domanda, all’indirizzo: Ufficio protocollo – Fondazione Teatro Massimo Casting bambini per Franca Florio – Piazza Verdi – 90138 Palermo; viceversa, il numero di fax è 091.6053325 (eventuali richieste pervenute oltre la data fissata non verranno tenute in considerazione). Il facsimile della domanda di ammissione potrà essere scaricato dal sito della Fondazione www.teatromassimo.it oppure ritirato presso la portineria del Teatro Massimo in piazza Verdi. L’elenco dei partecipanti ammessi al casting e l’orario delle selezioni sarà comunicato mediante affissione in bacheca presso la sede della Fondazione di piazza Verdi e pubblicato sul sito internet della Fondazione Teatro Massimo entro le ore 13 di martedì 1 giugno.