• ❤ Sarah ❤

  • “Dite: E’ faticoso frequentare i bambini. Avete ragione. Poi aggiungete: perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli. Ora avete torto. Non è questo che più stanca. E’ piuttosto il fatto di essere obbligati a innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti. Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi. Per non ferirli”. Janusz Korczack
  • Articoli Recenti

  • Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione delle autrici e comunque non sistematicamente. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Molte immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi che si provvederà alla loro pronta rimozione. Grazie
  • Tag

  • Categorie

  • Post più letti

  • Commenti recenti

    Sara con l'acca su Mobile bar in vendita
    Carlo su Mobile bar in vendita
    matteo su Mobile bar in vendita
  • «Limitarsi a vivere non è abbastanza. C’è bisogno anche del sole, della libertà e di un piccolo fiore.» (Hans Christian Andersen)
  • L'uomo ha bisogno delle favole. Il fascino dei racconti fantastici che lo seduce in millenni, ha il potere di riportarlo alla normalità.... camminando a braccetto con Cenerentola e la Bella addormentata nel bosco, può ritrovare l'identità' perduta e capire meglio la realtà della vita" R. Battaglia
  • Senza la fantasia, senza la capacità di sognare, senza la poesia, siamo solo degli uomini. Con la fantasia e la poesia possiamo invece volare o perlomeno sollevarci da terra quel tanto che basta per sentirci qualcosa di più.

  • Noi non vediamo il mondo come è, vediamo il mondo come noi siamo. Talmud ebraico
  • Ognuno ha il mondo che si merita. Io forse ho capito che il mio è questo qua. Ha di strano che è normale. A. Baricco
  • I bambini hanno bisogno di raccontare favole quando qualcosa risulta troppo difficile da accettare. Francoise Dolto

  • Annunci

dolce come il miele

Per gli antichi Egizi e i Greci le api erano animali sacri e chiamavano il miele “nettare degli dei”. E già 3000 anni fa l’Ayurveda, la medicina indiana della tradizione, lo raccomandava per le sue proprietà disintossicanti e ricostituenti. Il miele, in effetti dà energia e fornisce importanti elementi nutritivi: non solo vitamine (soprattutto del gruppo B) e amminoacidi essenziali (importanti per la crescita e il rendimento psicofisico), ma anche minerali rinforzanti (calcio, potassio, magnesio) e oligoelementi (tra cui ferro rame e zinco) oltre a una sostanza protettiva, l’inibina, che agisce sugli anticorpi come un antibiotico.  I bimbi che vanno all’asilo, come quelli che frequentano i banchi di scuola necessitano di un supporto ricostituente da assumere attraverso l’alimentazione quotidiana. Il miele è altamente indicato. Va preferito allo zucchero bianco raffinato, che è meno ricco di enzimi, vitamine e sali minerali, e che col tempo può provocare assuefazione. Consigliamo comunque di non eccedere  con la quantità: non si dovrebbe andare oltre i 40-50 grammi di miele al dì, equivalenti a 5-6 cucchiaini distribuiti nell’arco della giornata. Il miele sostituirà lo zucchero nella preparazione dei biscotti e torte casalinghe e sarà usato come dolcificante nelle macedonie di frutta, nel latte, nei frullati e nelle tisane.

I mieli più adatti ai bambini
 – Miele di tiglio: si usa nella tisana o nel latte serale, per favorire il sonno.
 – Miele di lavanda: perfetto sul pane o nei frullati, come merenda energetica.
 – Miele di girasole: ne basta un cucchiaino a metà mattina per “dare carica”.
 – Miele di acacia: è il più consigliato come dolcificante al posto dello zucchero.
 – Miele rosato: è una preparazione erboristica a base di miele ed estratti di rosa (calmante) che è consigliata quando i bambini sono in fase di dentizione. Si massaggia sulle gengive infiammate dall’eruzione dei primi dentini. Si consiglia però di non esagerare con le applicazioni, perché il miele tenuto a lungo sui denti ha un effetto cariogeno.

Annunci

Torta miele e arancia

Ingredienti
70 gr di margarina
100 gr di miele
scorza grattugiata di un’arancia
1/2 bicchiere di succo d’arancia
1 uovo
300 gr di farina
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
50 gr di noci tritate
In una terrina, mescolate insieme tutti gli ingredienti, mettendo il livito per ultimo, fino a che il composto sarà senza grumi. Imburrate e infarinate una teglia e infornate a 180° per 30 minuti circa.