• ❤ Sarah ❤

  • “Dite: E’ faticoso frequentare i bambini. Avete ragione. Poi aggiungete: perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli. Ora avete torto. Non è questo che più stanca. E’ piuttosto il fatto di essere obbligati a innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti. Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi. Per non ferirli”. Janusz Korczack
  • Articoli Recenti

  • Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione delle autrici e comunque non sistematicamente. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Molte immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi che si provvederà alla loro pronta rimozione. Grazie
  • Tag

  • Categorie

  • Post più letti

  • Commenti recenti

    matteo su Mobile bar in vendita
    mauri53 su Andando in giro per stori…
    Franco su Mobile bar in vendita
  • «Limitarsi a vivere non è abbastanza. C’è bisogno anche del sole, della libertà e di un piccolo fiore.» (Hans Christian Andersen)
  • L'uomo ha bisogno delle favole. Il fascino dei racconti fantastici che lo seduce in millenni, ha il potere di riportarlo alla normalità.... camminando a braccetto con Cenerentola e la Bella addormentata nel bosco, può ritrovare l'identità' perduta e capire meglio la realtà della vita" R. Battaglia
  • Senza la fantasia, senza la capacità di sognare, senza la poesia, siamo solo degli uomini. Con la fantasia e la poesia possiamo invece volare o perlomeno sollevarci da terra quel tanto che basta per sentirci qualcosa di più.

  • Noi non vediamo il mondo come è, vediamo il mondo come noi siamo. Talmud ebraico
  • Ognuno ha il mondo che si merita. Io forse ho capito che il mio è questo qua. Ha di strano che è normale. A. Baricco
  • I bambini hanno bisogno di raccontare favole quando qualcosa risulta troppo difficile da accettare. Francoise Dolto

Un bacio

Dateli i baci! Dateli a chi amate, dateli a chi è triste e a chi non li sa dare. Dateli a chi non se li aspetta. Dateli sempre. Dateli all’improvviso. Dietro un bacio dato all’improvviso, ci sono parole meravigliose…M. L. Gitana

Annunci

primo bacio

“Il cuore di una fiaba sta nel primo bacio”, dice la psicoterapeuta e presidente dellaFondazione Movimento Bambino, Maria Rita Parsi. “Ed è la fiaba, dove il lieto fine è l’elemento forte e il bacio il salvacondotto per approdarvi, il canovaccio su cui ogni ragazza ricama le proprie fantasticherie”. Non fa eccezione Tiana, la protagonista de“La Principessa e il Ranocchio” (in dvd e ora anche in blu ray disc + E-copy ), uno dei personaggi più amati dell’ultima stagione cinematografica. “Il primo bacio, specie per le ragazze, rappresenta il debutto nel mondo dei sentimenti, ma, in realtà, considerarlo come il primo in assoluto è una pura convenzione perché per risalire al vero e proprio primo bacio di ciascuno occorre andare indietro fino alla prima poppata al seno”, dice l’esperta. “La suzione rappresenta una formidabile fonte di piacere che soddisfa il bisogno primario di alimentarsi”.  Il primo bacio, quindi, richiama quello intimo tra mamma e bambino subito dopo la nascita. Che importanza hanno i baci per il bebè nei primi anni di vita?  “Sono fondamentali. Non si vive senza coccole e senza baci. Il bacio è il nutrimento dell’anima. Anche nel linguaggio comune si sottolinea il valore di questo gesto: si dice ‘baciato dal sole’ o ‘baciato dalla fortuna’. E’ l’immagine stessa del bacio ad avere un significato positivo”, spiega Maria Rita Parsi.

filastrocche innamorate

Con amore hanno intrecciato

il loro collo smisurato 

per scambiarsi con affetto 

un dolcissimo bacetto. 

Chi lo sa che strana ebrezza 

dona un bacio a quell’altezza? 

 Non m’importa se natura 

non mi ha dato la statura! 

Io lo so che un’emozione 

forte come uno scossone 

proverò anche quaggiù 

se a baciarmi sarai tu! 

 Un abbraccio assai sincero

ci scambiam di amore vero 

e sentiamo tanto affetto 

che ci scoppia dentro il petto! 

Non possiamo più aspettare 

e perciò dobbiam gridare: 

“Ci vogliamo tanto bene 

e staremo sempre insieme 

non importa che faremo, 

ma non ci separeremo!”. 

Testi di Jolanda Restano