• ❤ Sarah ❤

  • “Dite: E’ faticoso frequentare i bambini. Avete ragione. Poi aggiungete: perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli. Ora avete torto. Non è questo che più stanca. E’ piuttosto il fatto di essere obbligati a innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti. Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi. Per non ferirli”. Janusz Korczack
  • Articoli Recenti

  • Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione delle autrici e comunque non sistematicamente. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Molte immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi che si provvederà alla loro pronta rimozione. Grazie
  • Tag

  • Categorie

  • Post più letti

  • Commenti recenti

    matteo su Mobile bar in vendita
    mauri53 su Andando in giro per stori…
    Franco su Mobile bar in vendita
  • «Limitarsi a vivere non è abbastanza. C’è bisogno anche del sole, della libertà e di un piccolo fiore.» (Hans Christian Andersen)
  • L'uomo ha bisogno delle favole. Il fascino dei racconti fantastici che lo seduce in millenni, ha il potere di riportarlo alla normalità.... camminando a braccetto con Cenerentola e la Bella addormentata nel bosco, può ritrovare l'identità' perduta e capire meglio la realtà della vita" R. Battaglia
  • Senza la fantasia, senza la capacità di sognare, senza la poesia, siamo solo degli uomini. Con la fantasia e la poesia possiamo invece volare o perlomeno sollevarci da terra quel tanto che basta per sentirci qualcosa di più.

  • Noi non vediamo il mondo come è, vediamo il mondo come noi siamo. Talmud ebraico
  • Ognuno ha il mondo che si merita. Io forse ho capito che il mio è questo qua. Ha di strano che è normale. A. Baricco
  • I bambini hanno bisogno di raccontare favole quando qualcosa risulta troppo difficile da accettare. Francoise Dolto

Come state?

Avevo voglia di chiedervelo. Come state? si proprio voi che mi leggete affezionati ma anche coloro che si sono avvicinati al mio blog oggi per la prima volta. Ho notato che “Come stai” non è una domanda che si fa più molto spesso (forse per la paura dell’inevitabile risposta!) o che si fa senza attribuirle molta importanza. Lo dico ma non ascolto la tua risposta… Certo che ogni tanto mi perdo in ragionamenti da paura! …Io sto bene, tutto sommato. Si sto proprio bene. Infondo anche quando scrivevo con i miei sbalzi d’umore non capivo/non conoscevo chi sta veramente male. E purtroppo chi sta male al giorno d’oggi è una fetta sempre più consistente della popolazione italiana. No, non ho preso dati istat, guardo semplicemente il mondo che mi circonda, e badate bene, non parlo solo della tv. Dentro quella scatola nera la situazione è davvero drammatica. (persone che si uccidono, persone che uccidono, persone che per nulla perdono il lume della ragione…) Proprio quella scatola nera che da bambina allietava le ore prima di cena con i cartoni animati, la compagna inseparabile di tutta quella generazione figli di genitori lavoratori che non hanno tempo per stare in casa (perchè se una casa la vogliono mantenere non possono che andare a lavorare)… Ma prima che i miei voli pindarici e i miei ragionamenti mi portano a scrivere cose di cui forse potrei pentirmi poso la penna e mi congedo rinviando la conversazione a tempi migliori o a quando avrò tempo, perchè oggi, diciamoci la verità, la vera ricchezza sta proprio nell’avere tempo per sè e per i propri cari. Almeno io la penso così. Sara con l’acca

Annunci

561704_10151550397837738_63870881_n

inizia a piacermi?

Sarà che adesso alcuni aspetti scivolano via velocemente, sarà che mi diverto molto di più ma l’aspetto lavorativo inizia a prendermi piacevolmente. Oggi ho creato il primo canvass della mia vita e fino a qualche giorno fa mi sembrava una mission impossible! Ho già chiesto nuovi preventivi e secondo me inizieremo a vedere qualcosa di carino in giro! Per il resto sembra che la ruota stia cominciando a girare. Tutto è bello tutto va bene. Esami del sangue a parte! Per quelli ancora ho tempo, si tempo per ricominciare la dieta al ferro. Rassegnazione. Scrivo male ma solo perchè ho ancora 30 cose da fare prima d’andar via. Bacioni A domani…

che confusione

che confusione che c’è… Nell’armadio, in ufficio, nella testa prima di tutto! E’ proprio primavera quando ci si risveglia dal freddo dell’inverno e si ha voglia di cambiare look, guardaroba, idee… Ciccio tranquillo, no principe azzurro!! Non si sa mai bisogna mettere sempre i puntini sulle i in quello che si scrive. In ogni modo, sono stanca, confusa ma piuttosto entusiasta. Vorrei avere un pò più di tempo ma infondo (ed ecco la mia massima quotidiana) imparare davvero a lavorare significa sapere ottimizzare al meglio il proprio tempo! ahi ahi non so se sono “sperta” o solo ogni giorno più vecchia. Anche una bottiglia di vino adesso la vedo con un’ottica diversa. Fino a ieri era euforia, divertimento amici Adesso è chiacchiera relax amore…

la vita

la vita

La Sicilia è veramente una bella terra

Eccomi di rientro dopo 4 lunghi, pesanti e grigi giorni di Vinitaly. Grigi è forse l’aggettivo che quest’anno lo caratterizza meglio. IL grigiore del cielo, a tratti piovoso, è quanto mi ha colpito maggiormente, sì perchè ogni anno io capivo che l’estate era alle porte anche attraverso questa manifestazione, si usciva dagli stand per acchiappare un bellissimo raggio di sole che riscaldandoti ritemprava la tua mente e il tuo fine giornata. Inoltre erano lì che vedevo le prime t-shirt indossate…Quest’anno no, quest’anno il sole l’ho trovato al mio rientro e non potete comprendere la gioia provata al risveglio di giovedì (ieri) quando il cielo sopra la mia testa era di un azzurro intenso… Mi accontento con poco? Sono meteoropatica? Non so che dire ma sono sicura che proprio oggi avrà inizio un fine settimana favoloso!!!!

Buon week end a tutti quanti. Sara con l’acca

quando pensi di avere tutte le risposte…

foto copia