• ❤ Sarah ❤

  • “Dite: E’ faticoso frequentare i bambini. Avete ragione. Poi aggiungete: perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli. Ora avete torto. Non è questo che più stanca. E’ piuttosto il fatto di essere obbligati a innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti. Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi. Per non ferirli”. Janusz Korczack
  • Articoli Recenti

  • Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione delle autrici e comunque non sistematicamente. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Molte immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi che si provvederà alla loro pronta rimozione. Grazie
  • Tag

  • Categorie

  • Post più letti

  • Commenti recenti

    Sara con l'acca su Mobile bar in vendita
    Carlo su Mobile bar in vendita
    matteo su Mobile bar in vendita
  • «Limitarsi a vivere non è abbastanza. C’è bisogno anche del sole, della libertà e di un piccolo fiore.» (Hans Christian Andersen)
  • L'uomo ha bisogno delle favole. Il fascino dei racconti fantastici che lo seduce in millenni, ha il potere di riportarlo alla normalità.... camminando a braccetto con Cenerentola e la Bella addormentata nel bosco, può ritrovare l'identità' perduta e capire meglio la realtà della vita" R. Battaglia
  • Senza la fantasia, senza la capacità di sognare, senza la poesia, siamo solo degli uomini. Con la fantasia e la poesia possiamo invece volare o perlomeno sollevarci da terra quel tanto che basta per sentirci qualcosa di più.

  • Noi non vediamo il mondo come è, vediamo il mondo come noi siamo. Talmud ebraico
  • Ognuno ha il mondo che si merita. Io forse ho capito che il mio è questo qua. Ha di strano che è normale. A. Baricco
  • I bambini hanno bisogno di raccontare favole quando qualcosa risulta troppo difficile da accettare. Francoise Dolto

  • Annunci

Habemus Papam

E’ arrivata poco prima delle 19.10 l’attesa fumata bianca. Al secondo giorno, dopo cinque scrutinii e due fumate nere, c’è il successore di Benedetto XVI.  “Viva il papa, viva il papa”, è il grido che proviene da Piazza San Pietro, dove i fedeli sembrano stare in più in uno stadio che nella piazza della più grande basilica di Roma. Le campane della basilica di San Pietro suonano a festa per annunciare il nuovo papa. Lo stesso succede in piazza del Duomo a Milano, in piazza San Marco a Venezia, in tutte le chiese italiane. A minuti conosceremo il nome del successore Joseph Ratzinger. Sarà il cardinale francese Jean Luis Tauran ad annunciarlo. La notizia è finita subito su internet anche sul sito del Vaticano, dove appare lo stemma del Vaticano con la scritta ‘Habemvs Papam’.

Io non sono particolarmente religiosa ma vedere il tappeto di gente in piazza San Pietro, gente proveniente da tutto il mondo, lì insieme riunita per la stessa motivazione è davvero uno spettacolo straordinario. I flash, le luci, le bandiere sventolanti. Una festa, canti e balli. E “se mi sbaglio  mi corrigerete”…

…E un’altra emozionante pagina di storia sta per essere scritta.

Annunci

per mettere il ditino…

foto
Quello che si vede qui sopra sono le mie impostazioni della Privacy su facebook. Dalle stesse è evidente: Chi può cercarti utilizzando l’indirizzo e-mail o il numero di telefono che hai fornito? Tutti (ma tutti non sanno che l’email adoperata non è la stessa collegata al presente blog!!) Altra domanda: Vuoi che i motori di ricerca rimandino al tuo diario? NO e dulcis in fundo: Chi può vedere i tuoi post? Personalizzata = Solo amici.
Come si dice? metto il ditino nella piaga??

Calcolo delle probabilità con L.M.

Cari lettori del blog, vi riporto l’ultima comunicazione che avrei voluto fare ieri sera ad un certo L.M. che mi ha di sua sponte contattato in notturna per farmi i complimenti per questo blog. Se non scrivessi la presente premessa mi prendereste per una persona malpensante e tendenzialmente perfida e per quanto Crudelia Demon sia sempre un personaggio tra i miei preferiti, ancora non è diventato la mia musa ispiratrice.

Ultima premessa è che tale L.M. non ha fatto apprezzamenti al mio blog scrivendo direttamente in calce ad uno dei miei post bensì  attraverso Facebook, cosa (spero) di difficile  riuscita dal momento che qui, in questo mondo virtuale che ha per indirizzo saraconlacca.wordpress.com per tutti sono Sara con l’acca!

Infine, cosa che ho trovato strana ma che non ha suscitato la minima curiosità da parte di L.M. è che proprio l’ultima mail lavorativa (mondo assai lontano dal presente blog!) è stata giusto giusto attinente alle statistiche del blog…

E come direbbe una gran comica: Cose da pazzi!!!

A voi…

Gentile Signore
Nessuna polemica solo semplici costatazioni.
Le ho raccontato quanto mi e’ accaduto in giornata, cosa assai strana, mi creda, non solo essere rintracciata senza averne possibilità.
Ma soprattutto, una volta sentito il mio racconto ricevere la replica che Lei  ha scritto.
Mi perdoni gentile sconosciuto utente di Facebook, ad un racconto del genere, 
si cerca di motivare simpaticamente:
-il modo del collegamento 
-il fatto che è davvero strano (per non dire improbabile) ricevere un commento al blog giusto il giorno in cui a lavoro si faceva questo confronto!
Cosa che Lei non ha fatto, dandomi modo di peggiorare notevolmente il mio pensiero. Per fortuna ancora (?) vige la libertà di pensiero.
Non era mia intenzione offenderla e spero non sia giunto questo messaggio nonostante il tono che Lei ha adoperato.
Nel ringraziarla vivamente delle sue gentili e improvvise parole in merito al blog, contraccambio il buona fortuna. Sara con l’acca