• ❤ Sarah ❤

  • “Dite: E’ faticoso frequentare i bambini. Avete ragione. Poi aggiungete: perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli. Ora avete torto. Non è questo che più stanca. E’ piuttosto il fatto di essere obbligati a innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti. Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi. Per non ferirli”. Janusz Korczack
  • Articoli Recenti

  • Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione delle autrici e comunque non sistematicamente. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Molte immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi che si provvederà alla loro pronta rimozione. Grazie
  • Tag

  • Categorie

  • Post più letti

  • Commenti recenti

    Sara con l'acca su Mobile bar in vendita
    Carlo su Mobile bar in vendita
    matteo su Mobile bar in vendita
  • «Limitarsi a vivere non è abbastanza. C’è bisogno anche del sole, della libertà e di un piccolo fiore.» (Hans Christian Andersen)
  • L'uomo ha bisogno delle favole. Il fascino dei racconti fantastici che lo seduce in millenni, ha il potere di riportarlo alla normalità.... camminando a braccetto con Cenerentola e la Bella addormentata nel bosco, può ritrovare l'identità' perduta e capire meglio la realtà della vita" R. Battaglia
  • Senza la fantasia, senza la capacità di sognare, senza la poesia, siamo solo degli uomini. Con la fantasia e la poesia possiamo invece volare o perlomeno sollevarci da terra quel tanto che basta per sentirci qualcosa di più.

  • Noi non vediamo il mondo come è, vediamo il mondo come noi siamo. Talmud ebraico
  • Ognuno ha il mondo che si merita. Io forse ho capito che il mio è questo qua. Ha di strano che è normale. A. Baricco
  • I bambini hanno bisogno di raccontare favole quando qualcosa risulta troppo difficile da accettare. Francoise Dolto

  • Annunci

buongiorno e buon viaggio

Buongiorno. Dopo una settimana andata avanti a furia di post musicali tristissimi (tanto per citare una sola frase “Io ci sarò negli occhi di chi ancora ti amerà, nel mare, tra le gambe ci sarò, nel tuo respiro lunghissimo…”) eccomi qui ad augurarvi il buon inizio di settimana attraverso un post scritto, frutto di elaborazione e riflessione ma nonostante ciò dalla mia mente non vengono fuori frasi tremendamente belle e tremendamente tristi come quella citata precedentemente…il chè non so se è un bene o no… Oggi, amici miei, sarò in macchina per buona parte della giornata. Palermo Catania andata/ritorno per andare a fare un tour al negozio Ikea appena aperto. Credo di sapere ciò che mi aspetta per questo il mio bagaglio ufficiale è tanta pazienza e un pò di soldini! Ecco, solo per recuperare qualche minuto (o forse perchè la mia ansia sta diventando cronica) ho già stilato una lista di ciò che mi piacerebbe acquistare. Tre pag. piene di roba assolutamente inutile, molto carina, che andrà ad affollare la mia futura casa… Già, bell’argomento questo. Da piccola ho sempre pesato di sposarmi a 23 anni e di andare a vivere con mio marito e i miei bimbi in una piccola casa ma molto accogliente. A 6 anni la mia concezione del tempo vedeva in una ragazzina di appena 23 anni una donna. Ora, considerando il fatto che di anni ne ho 29, prossima ai 30, sono già in ritardo sulla tabella di marcia di 6/7 anni… ma non è questo il punto. Questo punto lo affronterò nei prossimi giorni. Si stava parlando della casa. L’ho sempre pensata piuttosto piccola, forse perchè “piccolo è accogliente” o semplicemente in un luogo piccolo è obbligatorio stare tutti insieme: adesso riesco ad auto-analizzarmi! …Giornata iniziata bene, facciamo di tutto per vederla finire tale! Ikea sto arrivando!

Annunci