• ❤ Sarah ❤

  • “Dite: E’ faticoso frequentare i bambini. Avete ragione. Poi aggiungete: perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli. Ora avete torto. Non è questo che più stanca. E’ piuttosto il fatto di essere obbligati a innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti. Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi. Per non ferirli”. Janusz Korczack
  • Articoli Recenti

  • Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione delle autrici e comunque non sistematicamente. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Molte immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi che si provvederà alla loro pronta rimozione. Grazie
  • Tag

  • Categorie

  • Post più letti

  • Commenti recenti

    matteo su Mobile bar in vendita
    mauri53 su Andando in giro per stori…
    Franco su Mobile bar in vendita
  • «Limitarsi a vivere non è abbastanza. C’è bisogno anche del sole, della libertà e di un piccolo fiore.» (Hans Christian Andersen)
  • L'uomo ha bisogno delle favole. Il fascino dei racconti fantastici che lo seduce in millenni, ha il potere di riportarlo alla normalità.... camminando a braccetto con Cenerentola e la Bella addormentata nel bosco, può ritrovare l'identità' perduta e capire meglio la realtà della vita" R. Battaglia
  • Senza la fantasia, senza la capacità di sognare, senza la poesia, siamo solo degli uomini. Con la fantasia e la poesia possiamo invece volare o perlomeno sollevarci da terra quel tanto che basta per sentirci qualcosa di più.

  • Noi non vediamo il mondo come è, vediamo il mondo come noi siamo. Talmud ebraico
  • Ognuno ha il mondo che si merita. Io forse ho capito che il mio è questo qua. Ha di strano che è normale. A. Baricco
  • I bambini hanno bisogno di raccontare favole quando qualcosa risulta troppo difficile da accettare. Francoise Dolto

uno sguardo d’amore

Qualcosa in lui si trasformò,
era sgarbato un po’ volgare ora no:
è timido, piacevole,
non mi ero accorta che ora é incantevole.
Lo sguardo suo su me posò,
sfiorò la zampa ma paura non provò.
Son certo che, mi sono illuso:
lei non mi aveva mai guardato con quel viso.
Tu non sei l’ ideale,
non ti avrei sognato accanto a me;
ma ora sei reale!
C’é qualcosa che non ho mai visto prima in te.
Ma guarda un po’! Che dir non so!
Di tutto ciò! Neanch’io però!
É proprio vero che l’amore tutto può!
Aspetta un poco e vedrai! Ti colpirà!
Quello che accade é una grande novità!

Annunci

Auguri

e quest’anno lo concludo scrivendo:

“Un bambino può sempre insegnare tre cose ad un adulto: a essere contento senza motivo, a essere sempre occupato con qualcosa e a pretendere con ogni sua forza ciò che desidera” (P.Coelho)

Silenzio

Sono le parole più silenziose,
quelle che portano la tempesta.
pensieri che incedono con passi di colomba
guidano il mondo.

Friedrich Nietzsche, da Frammento Postumo

30.12.2010

Vorrei che quest’anno finisse. Finisse il più presto possibile. So di non chiedere tanto, infondo mancano solo 48 ore. Ma posso dire ad alta voce che non ce la faccio proprio più. Sono stanca. Moralmente distrutta e oggi sono pure caduta dalle scale. Mi fa tanto male tutto, le gambe hanno smesso da poco di tremare ma la voglia di piangere è ancora forte. Vorrei che il 2011 fosse diverso, vorrei essere felice. O quantomeno serena. SI. Voglio essere serena. Non voglio soffrire più, voglio capire che i miei problemi non sono nè più nè meno dei problemi che ha tutto il mondo, vorrei trovare qualcuno a cui appoggiarmi nei momenti del bisogno, qualcuno con cui condividere ogni più piccola cosa, vorrei non sentirmi sola, vorrei sentirmi amata… Se il 2011 mi porterà quanto chiesto per il 2012 non farò alcuna richiesta, promesso!

la mia piccola papera…

La mia piccola papera si chiama Emma.

La conoscete?

Io ancora no…

Ma sono felice per il suo arrivo!

Chi mi capisce è bravo!!

non abbiam bisogno di parole!