• ❤ Sarah ❤

  • “Dite: E’ faticoso frequentare i bambini. Avete ragione. Poi aggiungete: perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli. Ora avete torto. Non è questo che più stanca. E’ piuttosto il fatto di essere obbligati a innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti. Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi. Per non ferirli”. Janusz Korczack
  • Articoli Recenti

  • Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione delle autrici e comunque non sistematicamente. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Molte immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi che si provvederà alla loro pronta rimozione. Grazie
  • Tag

  • Categorie

  • Post più letti

  • Commenti recenti

    Sara con l'acca su Mobile bar in vendita
    Carlo su Mobile bar in vendita
    matteo su Mobile bar in vendita
  • «Limitarsi a vivere non è abbastanza. C’è bisogno anche del sole, della libertà e di un piccolo fiore.» (Hans Christian Andersen)
  • L'uomo ha bisogno delle favole. Il fascino dei racconti fantastici che lo seduce in millenni, ha il potere di riportarlo alla normalità.... camminando a braccetto con Cenerentola e la Bella addormentata nel bosco, può ritrovare l'identità' perduta e capire meglio la realtà della vita" R. Battaglia
  • Senza la fantasia, senza la capacità di sognare, senza la poesia, siamo solo degli uomini. Con la fantasia e la poesia possiamo invece volare o perlomeno sollevarci da terra quel tanto che basta per sentirci qualcosa di più.

  • Noi non vediamo il mondo come è, vediamo il mondo come noi siamo. Talmud ebraico
  • Ognuno ha il mondo che si merita. Io forse ho capito che il mio è questo qua. Ha di strano che è normale. A. Baricco
  • I bambini hanno bisogno di raccontare favole quando qualcosa risulta troppo difficile da accettare. Francoise Dolto

  • Annunci

testardo, chi io?

Voi tutti genitori probabilmente avete gia assistito ad un attacco di testardaggine di vostro figlio. Sembra una cosa terribile. Gia sapete come va: in mezzo al negozio il bambino si mette a urlare e a pestare i piedi perché non volete comprargli per esempio dei giocattoli o dei dolci. Il vostro ragazzino di belle speranze puo farvi perfino una scenata, mentre voi piuttosto sprofondereste dalla vergogna non sapendo piu come farlo calmare. Quali sono le cause di un simile comportamento e come fronteggiarlo? Il fatto e che la testardaggine nel periodo tra i due e i tre anni d’eta e una manifestazione del tutto normale, anche se puo sembrare strano. Il bambino di due anni inizia a diventare indipendente; il suo mondo comincia a prendere forma e inizia a scoprire le proprie capacita rendendosi conto che e in grado di fare gia parecchie cose da solo. Si sente dire da lui sempre piu spesso “faccio da solo” in quanto il bambino effettivamente e sempre piu sicuro di sé e delle sue capacita; ovviamente non tutto gli va secondo i suoi piani e qui appaiono le conseguenze: il bambino e visibilmente agitato, pesta i piedi per terra, urla, nei casi piu disperati si butta a terra senza piu forze dove continua la sua ribellione. Vi dovete rendere conto che il bambino non fa tutto questo per farvi arrabbiare o per opporsi a voi a tutti i costi, ma in questo modo esprime la sua disperazione per i suoi insuccessi. Si sente scoraggiato perché non tutto va come si aspettava o perché non puo ottenere tutto quello che gli piacerebbe. Come reagire? Anche se siete sotto choc per la testardaggine del bambino, non rispondete con rabbia e urlando; la cosa migliore da fare e di provare a spiegargli con calma perché qualche cosa non e andata come lui voleva e perché non puo ottenere tutto quello che desidera. La vostra vicinanza e la sensazione che lo capite e gli volete bene aiuteranno il bambino a comprendere che il suo insuccesso non significa una sconfitta totale. Con una reazione calma gli farete capire che con la rabbia e le urla non si ottiene cio che si desidera. Il bambino deve conoscere oltre al suo mondo, anche il mondo degli altri nel quale esistono determinate regole. Deve imparare ad avere riguardo degli altri, ad adattarsi ed a stipulare accordi. Insomma, deve sapere che non puo ottenere sempre quello che vuole in quanto anche le altre persone hanno le loro esigenze e che quindi qualche volta deve rinunciare a qualche suo desiderio. Cosa si puo fare per calmare la testardaggine? Non si puo evitare completamente la testardaggine e anche non si deve farlo; e un male inevitabile sulla strada della crescita. Si puo alleviarla in qualche modo o tenendosi pronti a questa in modo tale da non perdere la testa in quel determinato momento. Se al bambino accade spesso di esser preso dalla testardaggine durante la spesa, attenetevi agli accordi stabiliti. Prima di andare a far compere col bambino, mettetevi d’accordo con lui su quello che puo scegliere o che gli comprerete. In tal modo avra dei chiari limiti delineati e non cerchera di manipolarvi in negozio. Se quel giorno non avete intenzione di comprargli niente spiegateglielo gia prima; magari potete proporgli di scegliere da solo gli spaghetti. Potete distrarlo con dei compiti che gli daranno la sensazione di essere importante. Usate questa strategia anche quando un attacco di testardaggine si sta avvicinando, deviando velocemente l’ attenzione cosi che si dimentica che cosa voleva ottenere. Potete evitare la testardaggine con successo anche a casa e fuori mettendolo a conoscenza delle regole in anticipo. Se avete intenzione di andare da qualche parte, diteglielo in anticipo per prepararsi; se, per esempio, lo distraete proprio quando e immerso nel gioco, vi e una forte probabilita che si opporra e non vorra andare da nessuna parte. Qualche volta non e facile far fronte alla testardaggine; in ogni caso provate ad essere pazienti ed a sopportare l’attacco il piu possibile in modo calmo. Vi conviene! Vi puo consolare che il “periodo della testardaggine” e fugace e che presto arrivera il tempo in cui il vostro bambino si adattera piu facilmente ed affrontera il mondo attorno a sé. Sara la fine della contestazione, beh, almeno per alcuni anni!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: