• ❤ Sarah ❤

  • “Dite: E’ faticoso frequentare i bambini. Avete ragione. Poi aggiungete: perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli. Ora avete torto. Non è questo che più stanca. E’ piuttosto il fatto di essere obbligati a innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti. Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi. Per non ferirli”. Janusz Korczack
  • Articoli Recenti

  • Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione delle autrici e comunque non sistematicamente. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Molte immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi che si provvederà alla loro pronta rimozione. Grazie
  • Tag

  • Categorie

  • Post più letti

  • Commenti recenti

    Sara con l'acca su Mobile bar in vendita
    Carlo su Mobile bar in vendita
    matteo su Mobile bar in vendita
  • «Limitarsi a vivere non è abbastanza. C’è bisogno anche del sole, della libertà e di un piccolo fiore.» (Hans Christian Andersen)
  • L'uomo ha bisogno delle favole. Il fascino dei racconti fantastici che lo seduce in millenni, ha il potere di riportarlo alla normalità.... camminando a braccetto con Cenerentola e la Bella addormentata nel bosco, può ritrovare l'identità' perduta e capire meglio la realtà della vita" R. Battaglia
  • Senza la fantasia, senza la capacità di sognare, senza la poesia, siamo solo degli uomini. Con la fantasia e la poesia possiamo invece volare o perlomeno sollevarci da terra quel tanto che basta per sentirci qualcosa di più.

  • Noi non vediamo il mondo come è, vediamo il mondo come noi siamo. Talmud ebraico
  • Ognuno ha il mondo che si merita. Io forse ho capito che il mio è questo qua. Ha di strano che è normale. A. Baricco
  • I bambini hanno bisogno di raccontare favole quando qualcosa risulta troppo difficile da accettare. Francoise Dolto

  • Annunci

Maggio si colora d’arte e cultura

Il mese di Maggio si veste d’arte e cultura, La mia Tata, curiosando qua e la, ha trovato degli appuntamenti interessanti in tutta la Sicilia, Eccone qualcuno:

  • La notte dei Musei il 14 maggio 2010 a Palermo (PA)
  • Festeggiamenti in onore di S. Annibale Maria Di Francia il 16 maggio a Messina
  • Maria SS. Ausiliatrice il 24 maggio a Canicattini Bagni (SR)
  • Luci del mondo, viaggi e incontri dal 12 maggio al 11 luglio a Leonforte (EN)
  • Personale di Gaetano Trachino dal 09 aprile al 02 maggio a Messina
  • Cantine Aperte 30 maggio
  • Sagra del grano il 31 maggio a Contessa Entellina (PA)
  • “Primavera Barocca” nel mese di maggio a Noto (SR)
  • Corpus Domini il 26 maggio a Cefalu’ (PA)
Annunci

Tour de Forst 2010

Ritorna il Tour de Forst 2010,  prodotto dalla Forst e organizzato daOfficine Festival, che da sabato 15 maggio a sabato 5 giugno, rinnova per la quarta edizione il suo appuntamento con la città. L’evento assolutamente gratuito, anche questa volta si accinge ad intrattenere il pubblico con una rassegna diventata ormai una tradizione per la cittadinanza. Dichiarazione questa che non vuole peccare di presunzione ma solo rendere nota la grandezza di un’iniziativa che con gli anni acquisisce sempre più valore ed importanza. Quest’anno infatti, per la prima volta, il Tour si svolgerà in contemporanea a Catania, con una sincronia di eventi che renderanno la manifestazione ancora più spettacolare rispetto alle edizioni precedenti. Una novità che si aggiunge e contribuisce all’ottimizzazione e al progresso del Tour de Forst, riconoscimento che va al lavoro e alla volontà di chi crede nelle grandi imprese artistiche e culturali. Partner dell’evento per l’edizione 2010 il Ciss, Cooperazione Internazionale Sud Sud, associazione senza fini di lucro fondata a Palermo e con sedi anche a Napoli e Bari, che promuove e realizza progetti di cooperazione con i paesi in via di sviluppo.

Il Tour de Forst 2010, organizzato con il patrocinio del Comune di Palermo, dall’Assessorato Regionale al Turismo e allo Spettacolo, dall’Assessorato alle Politiche Giovanili e dalla Provincia, si appresta a portare in quattro diverse location e in quattro differenti serate i migliori artisti che la scena musicale palermitana è in grado di offrire. Il Tour de Forst  nasce grazie alla birra Forst, che da anni investe in questo evento, e che per la sua IV edizione, coinvolge oltre settanta musicisti che si esibiranno nel corso della manifestazione, e che spazieranno dai più differenti generi musicali, per assicurare un sound sfaccettato che riuscirà a mettere d’accordo tutti.

Il Tour de Forst avrà inizio sabato 15 maggio 2010, presso il Nuovo Montevergini (via Montevergini 8, Palermo) dove all’interno dell’incantevole teatro si esibiranno Brillants at BreakfastHank,OmPivirama.

Sabato 22 maggio 2010 presso Villa Trabia, immersi nel verde si svolgerà la seconda serata della rassegna, che vedrà salire sul palco i TopimaGood FalafelLicksUnePassante. Nella cornice di piazza Sant’Anna, venerdì 28 maggio 2010, è prevista invece le perfomance di IndicativeIotatolaLe formicheMezzCagano, e il dj set con The Tornadoes.

La serata conclusiva del Tour de Forst 2010 avrà luogo presso piazza Bologni, sabato 5 giugno 2010 con L’intramontabile Orchestra Malintenti Deluxe, che con un’imperdibile live terminerà la quarta edizione della rassegna.

Tutte le serate sono assolutamente gratuite e avranno inizio intorno alle ore 21:30.

writing

Il writing, anche detto (secondo alcuni impropriamente) graffitismo, è una manifestazione sociale, culturale e artistica diffusa in tutto il pianeta, basata sull’espressione della propria creatività tramite interventi sul tessuto urbano. Correlata ad essa sono gli atti dello scrivere il proprio nome d’arte (tag) diffondendolo come fosse un logo. Il fenomeno, ricordando la pittura murale è da alcuni ad essa accostato, e viene spesso associato ad atti di vandalismo, poiché numerosi adepti utilizzano come supporti espressivi mezzi pubblici o edifici di interesse storico e artistico. Generalmente, i writer più vicini ad un lavoro di ricerca artistica tendono a esprimersi in campi più protetti, come nelle “hall of fame”, spazi a disposizione dei writer in cui dipingere più o meno legalmente (siano questi muri esplicitamente dedicati dalle amministrazioni comunali all’espressione della “spray-can art” – un modo, questo, per cercare di arginare il dilagare del fenomeno nel contesto dei centri storici o di quartieri residenziali – o siano luoghi siti in periferie degradate o di poco interesse o difficilmente raggiungibili in cui, per un tacito accordo con gli organi deputati al controllo dell’ordine pubblico, si lascia ai writer “carta bianca” e una relativa tranquillità per dipingere ). I writer che scelgono di esprimersi per lo più in contesti del genere, attraverso la scelta consapevole e responsabile del supporto per la pittura, si distinguono da quelli che intervengono anche su edifici di interesse storico e artistico. Ogni writer, qualsiasi sia la sua inclinazione e provenienza, ricerca e studia un’evoluzione personale, per arrivare ad uno stile proprio in modo tale da distinguersi dagli altri ed essere notato maggiormente. Nel corso degli anni molti artisti hanno comunque maturato nuove tendenze creative per cui, pur mantenendo radici nel graffiti writing, si è riusciti a sconfinare nella tipografia, nel design, nell’abbigliamento, contaminando il tipico stile degli anni ’80 con ideali più razionali e vicini alla grafica. Si parla di tendenze artistiche “post-graffiti” in particolare riferendosi alla street art, e di Graffiti Design per le influenze oramai evidenti nelle tecniche pubblicitarie e nella moda. È possibile affermare che molti artisti oramai integrati nel sistema convenzionale del mercato dell’arte, traggono il loro valore da esperienze precedenti spesso formalmente illegali. Non è una novità osservando i risvolti delle avanguardie di primo Novecento, oppure gli happening degli anni Settanta, tuttavia movimenti del genere non avevano mai raggiunto una scala globale.

La scuola adotta la città

In occasione dell’edizione 2010 della manifestazione “Palermo apre le porte”, come di consueto, alcune scuole adotteranno monumenti della città e gli scolari accompagneranno nella visita coloro che volessero approfittare per conoscere ed approfondire la storia e l’arte di Palermo.
Le visite restanti nell’anno in corso 2010 si svolgeranno in altri tre fine settimana: 7-9 maggio; 14-16 maggio e 21-23 maggio. Per quattro week-end gli alunni delle scuole, diventeranno delle vere e proprie guide turistiche / ingresso libero / Palermo.

Caravaggio

Cosa vi fa venire in mente il mese di maggio? Le rose, le spose, i primi tuffi… Ma il 2010 verrà sicuramente ricordato anche per l’arte. Ovunque, infatti, “fioriscono” mostre ed eventi dedicati all’espressione artistica classica e moderna. In primo luogo fra tutte l’esposizione interamente dedicata al celeberrimo maestro Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, che dal 23 febbraio al 13 giugno ha luogo presso le Scuderie del Quirinale di Roma. Allestita in occasione del quarto centenario dalla morte del “Genio lombardo”, questa raccolta mostra al pubblico tutte le opere più famose dell’artista. Esposti i famosissimi “Davide con la testa di Golia”, il “Bacco”, la “Cena in Emmaus” e moltissimi altri capolavori tra i più significativi nella storia dell’arte. Un omaggio appassionato a uno dei pittori più grandi di sempre. Chi non potesse andare a Roma, o una volta tornato volesse approfondire la conoscenza con il Caravaggio, anche la città di Firenze dedica un’altra grande mostra all’artista lombardo e alla sua influenza sulla pittura contemporanea e successiva ed in particolare su alcuni pittori “Caravaggeschi” attivi nel capoluogo toscano.