Ci siamo Quasi!

Oggi le pareti dello studio hanno subito il nostro colorato tocco magico! I lavori proseguono alla grande ed è con immensa felicità che posso annunciarvi l’apertura dei “battenti” de La mia Tata Giovedì 10 Giugno! Wow, ne è passato di tempo da quando ci siamo conosciuti via web, il blog è nato, infatti, il 10 Febbraio; il 10 Maggio è andata on-line la pagina che dichiara “sito in costruzione” e il 10 Settembre è il giorno scelto per la nostra inaugurazione… Secondo voi dovremo giocarci il numero 10???

Cous cous FEST

Il prossimo fine settimana, dal 4 al 6 giugno a San Vito Lo Capo si svolgerà il “Cous Cous Fest Preview”, tre giorni per assaggiare un anticipo del “Cous Cous Fest” e selezionare lo chef che farà parte della squadra italiana che gareggerà alla prossima edizione dell’evento, in programma dal 21 al 26 settembre. Alla competizione gastronomica, dal titolo “Vota lo chef per il Cous Cous Fest“, parteciperanno sei cuochi italiani, selezionati tra le candidature ricevute, che si confronteranno presentando una ricetta di cous cous a base di pesce.

Asilo in videocamera

Una serie di webcam in classe così da permettere ai genitori, mediante un accesso ‘protetto’, di potere vedere su Internet in diretta cosa accade nell’aula e ai propri figli. E’ l’obiettivo del progetto ‘Asilo sicuro’ che partirà in una classe di Ragusa gestita dalla cooperativa sociale Girotondo in collaborazione con l’assessorato alle Politiche sociali della Provincia iblea. “Sarà il primo asilo del Ragusano – spiega l’assessore Piero Mandarà – a essere dotato di telecamere speciali, che consentiranno a tutte le famiglie di avere sotto controllo, continuamente, i loro bambini. Gli asili sono luoghi dove i bambini hanno il diritto a sentirsi protetti e accuditi nel migliore dei modi, garantendo alle famiglie la massima sicurezza”. Le telecamere saranno collegate a un videoregistratore con hard disk, ma le immagini saranno messe in rete on line e potranno essere viste soltanto da genitori dei piccoli alunni che potranno entrare nello speciale sito che sarà realizzato grazie a una password, che scadrà automaticamente appena il figlio lascerà l’asilo.

Centro Aiuto alla Vita

Il Centro aiuto alla vita a Palermo è in corso Tukory numero 184. Gli orari di apertura, dal lunedì al giovedì, sono dalle 9 alle 12. I volontari del Centro aiuto alla vita assistono le donne in difficoltà per aiutarle a portare avanti le gravidanze indesiderate. Per contattare gli operatori è sempre possibile lasciare un messaggio alla segreteria telefonica al seguente numero: 091 6518883.  In tutta Italia, grazie all’opera di sostegno del Centro aiuto alla vita, negli oltre 20 anni di attività, si stima siano nati circa 50.000 bambini e ogni anno siano assistite circa 15.000 donne.

Se la corda è lunga…

Se la corda è lunga l’aquilone volerà in alto. (proverbio cinese)

Heal the world

Heal the world

There’s A Place In
Your Heart
And I Know That It Is Love
And This Place Could
Be Much
Brighter Than Tomorrow
And If You Really Try
You’ll Find There’s No Need
To Cry
In This Place You’ll Feel
There’s No Hurt Or Sorrow

There Are Ways
To Get There
If You Care Enough
For The Living
Make A Little Space
Make A Better Place…

Heal The World
Make It A Better Place
For You And For Me
And The Entire Human Race

C’é un posto nel tuo cuore
io so che é amore
e quel posto può essere molto
più luminoso di ieri
se tu provi veramente
scoprirai che non c’é bisogno di piangere
in questo posto lo sentirai
non ci sono pene ne sofferenza
ci sono modi per arrivarci
se ti prendi cura abbastanza della vita
crea un piccolo spazio, crea uno spazio migliore
guarisci il mondo
crea un posto migliore
per te, per me e per l’umanità intera

Crepes Suzette

100 gr di farina/ 1 uovo intero e 1 tuorlo/ 250 ml di latte/ 30 gr di burro/ 1 pizzico di sale fino/ 500 gr di arance/ il succo di un limone/ 80 gr di zucchero/ 50 gr di burro/ 1/2 bicchiere di liquore all’arancia

Fare le 12 crespelle: impastare la farina con l’uovo e il tuorlo, aggiungere il latte freddo, il sale e un cucchiaio di burro fuso. La pastella deve risultare liscia e senza grumi. Farla riposare per 30 minuti. Sciogliere il rimanente burro in un padellino di 18/20 cm di diametro e cuocere le crepes versando 1/2 mestolo di pastella nel padellino. Cuociono solo un minuto per parte e non devono colorire troppo. Farne altre 11. In un pentolino far bollire 1/2 litro d’acqua. Tagliare a julienne la parte arancione delle bucce delle arance e cuocerle per 3 minuti. Ripetere l’operazione per altre 2 volte cambiando ogni volta l’acqua: questo serve per far perdere l’amaro alle bucce. Unire il succo del limone e quello delle arance e filtrarli con un colino. In una padella mettere 6 cucchiai di zucchero e 50 gr di burro e farlo un po’ caramellare, unire il succo filtrato, bollire per 3 minuti poi aggiungere i filetti d’arancia e cuocere per altri 3 minuti, poi aggiungere il liquore. Mettere nella padella una crepe alla volta perchè si insaporisca, piegarla in 4 e metterla su un piatto da portata. Fare allo stesso modo con le altre 11 crespelle. Versarci sopra il fondo di cottura, spolverare con un po’ di zucchero e passare sotto il grill. Scaldare 3 cucchiai di brandy con un po’ d’alcool da liquori e versarlo sulle crespelle. Dare fuoco con un fiammifero e servire il piatto fiammeggiante.