• ❤ Sarah ❤

  • “Dite: E’ faticoso frequentare i bambini. Avete ragione. Poi aggiungete: perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli. Ora avete torto. Non è questo che più stanca. E’ piuttosto il fatto di essere obbligati a innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti. Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi. Per non ferirli”. Janusz Korczack
  • Articoli Recenti

  • Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione delle autrici e comunque non sistematicamente. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Molte immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi che si provvederà alla loro pronta rimozione. Grazie
  • Tag

  • Categorie

  • Post più letti

  • Commenti recenti

    Sara con l'acca su Mobile bar in vendita
    Carlo su Mobile bar in vendita
    matteo su Mobile bar in vendita
  • «Limitarsi a vivere non è abbastanza. C’è bisogno anche del sole, della libertà e di un piccolo fiore.» (Hans Christian Andersen)
  • L'uomo ha bisogno delle favole. Il fascino dei racconti fantastici che lo seduce in millenni, ha il potere di riportarlo alla normalità.... camminando a braccetto con Cenerentola e la Bella addormentata nel bosco, può ritrovare l'identità' perduta e capire meglio la realtà della vita" R. Battaglia
  • Senza la fantasia, senza la capacità di sognare, senza la poesia, siamo solo degli uomini. Con la fantasia e la poesia possiamo invece volare o perlomeno sollevarci da terra quel tanto che basta per sentirci qualcosa di più.

  • Noi non vediamo il mondo come è, vediamo il mondo come noi siamo. Talmud ebraico
  • Ognuno ha il mondo che si merita. Io forse ho capito che il mio è questo qua. Ha di strano che è normale. A. Baricco
  • I bambini hanno bisogno di raccontare favole quando qualcosa risulta troppo difficile da accettare. Francoise Dolto

  • Annunci

Gaia la Farfalla dell’UILDM

farfalle Uildm

DAL 6 AL 14 MARZO, 
INVIA UN SMS AL 45504

Donerai 2 euro dal tuo telefonino 
oppure 5 o 10 euro chiamando da telefono fissoo

IN OLTRE 500 PIAZZE DAL 12 AL 14 MARZO 2010

Cerca le farfalle di peluche ripiene di cioccolatini in uno degli oltre 500 banchetti UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare). Con una donazione di 5 € aiuterai a realizzare il sogno di UNA CITTÀ POSSIBILE nella Sezione dell’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare del tuo territorio. I fondi raccolti saranno destinati all’acquisto di furgoncini attrezzati per la mobilità della persona disabile. Inoltre serviranno per la formazione professionale di volontari che si dedicheranno al sostegno della famiglia.

Annunci

Quando nasce un bambino…

Quando nasce un bambino nasce anche un genitore: una donna non è mai stata mamma, imparerà ogni giorno il mestiere sul “campo”.

Bon Appétit!

Ha inaugurato mercoledì 3 febbraio alla Cité des Sciences et de l’Industrie di Parigi la mostra interattiva sull’alimentazione dal titolo “Bon Appétit-L’alimentation dans tous les sens”. L’esposizione arriverà nel nostro Museo nel 2011 e sarà aperta al pubblico per 6 mesi.
La mostra è una coproduzione tra i musei e science centre Cité des Sciences et de l’Industrie (Francia), Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia (Italia), Heureka (Finlandia), Technopolis (Belgio), Fiocruz (Brasile).
La mostra intende indagare le principali tematiche legate all’alimentazione e al consumo del cibo, agli stili di vita, alla produzione degli alimenti e all’importanza della convivialità. Sono proposti 5 macrotemi per rispondere ad alcune domande legate all’alimentazione:

1. L’equilibrio alimentare
2. Perché mangiare
3. L’analisi degli alimenti
4. Le percezioni culturali
5. Il Cittadino-consumatore.

Per analizzare ciascuno di questi cinque macrotemi vengono utilizzate due tipologie di strumenti:
– exhibit interattivi per sperimentare i singoli argomenti sviluppati nel macrotema;
– focus di approfondimento dedicati agli adulti per analizzare alcuni temi specifici legati al macrotema. 
L’esposizione si conclude con un quiz di gruppo riepilogativo dei temi trattati.